Cos'è BioSolve® Pinkwater?

Pinkwater è un solvente?

No. Pinkwater non è un solvente e non è formulato con alcun solvente idrocarburico. È una formulazione a base acquosa di tensioattivi e additivi per le prestazioni appositamente progettati per solubilizzare gli idrocarburi, come benzina, gasolio e altri prodotti petrolchimici leggeri. Pinkwater trattiene questi idrocarburi in un'emulsione molto stabile che consente agli appaltatori di "ripulire" l'olio con acqua.

Pinkwater è un materiale pericoloso?

Pinkwater non è un materiale pericoloso. Pinkwater è considerata non pericolosa come definito da CERCLA, secondo OSHA, Massachusetts Right to Know Law e California Prop 65. Pinkwater è conforme a TSCA.

Cosa c'è di così importante nell'essere "a base d'acqua"?

Un prodotto a base acquosa per la pulizia degli idrocarburi (olio, carburante, prodotti petrolchimici) ha diversi importanti vantaggi:

  • I prodotti a base d'acqua sono rispettosi dell'ambiente, rendendo tutti gli aspetti del progetto più sicuri per i lavoratori, più delicati sull'ambiente e, in molti casi, meno costosi.
  • Lavorare con Pinkwater non richiede attrezzature per applicazioni specializzate o DPI, come spesso è richiesto quando si lavora con detergenti a base di solventi.
  • Pinkwater può essere utilizzato in spazi di lavoro chiusi senza rischio di incendio ed esplosione. Infatti, Pinkwater viene spesso utilizzato per ridurre i vapori infiammabili per ridurre il rischio di incendio ed esplosione.
  • A seguito del clean-up con Pinkwater, gli idrocarburi possono essere facilmente separati dall'effluente, riducendo potenzialmente i costi di smaltimento e su alcuni progetti di grandi dimensioni possono supportare la bonifica di idrocarburi
Cos'è un tensioattivo?

La parola "tensioattivo" è una contrazione di "agente tensioattivo". Molto semplicemente, i tensioattivi sono una classe di prodotti chimici che consentono a olio e acqua di mescolarsi. Una molecola di tensioattivo ha due estremità; un'estremità è attratta dal petrolio, l'altra estremità è attratta dall'acqua. Quando la soluzione di Pinkwater viene a contatto con "olio" (ad esempio benzina, gasolio), tira l'olio nella soluzione formando un'emulsione. Questo principio funziona sia nel terreno che su molte superfici dure, come strade, negozi e attrezzature di processo.

È possibile utilizzare Pinkwater su tutti gli idrocarburi?

Pinkwater è più efficace sugli idrocarburi leggeri, come benzina, gasolio e analoghi prodotti petrolchimici leggeri. E mentre Pinkwater lavorerà su prodotti più pesanti, come olio combustibile pesante e paraffina, impiegherà più tempo a lavorare e richiederà più agitazione e miscelazione per essere efficace. Pinkwater non funziona su sostanze chimiche solubili in acqua, come alcoli leggeri (metanolo, etanolo e propanolo), ammoniaca e molti composti di ammoniaca, acidi, alcali nitrati, solfati e cloruri per denominare alcune delle famiglie chimiche più comuni.

Pinkwater contiene materiale biologico attivo?

Pinkwater non contiene batteri, enzimi o materiale biologico attivo. Tuttavia, Pinkwater accelererà il biorisanamento rendendo le molecole di idrocarburi più facilmente digeribili dai batteri che sono naturalmente presenti nell'ambiente. Infatti, i batteri che degradano gli idrocarburi producono naturalmente tensioattivi per facilitare la digestione degli idrocarburi. Pertanto, il ruolo di Pinkwater nel biorisanamento è accelerare questo processo naturale.

Utilizzando BioSolve Pinkwater?

Posso usare Pinkwater direttamente dal contenitore?

No, Pinkwater è confezionato e venduto solo come concentrato. Nella maggior parte delle applicazioni, Pinkwater deve essere diluito con acqua prima dell'uso. Le soluzioni di lavoro diluite variano da 1% a 10% a seconda dell'applicazione specifica e sono tipicamente nell'intervallo da 2% a 6%. Si consiglia di riempire parzialmente un serbatoio di miscelazione con acqua prima di aggiungere Pinkwater per garantire una buona miscelazione. Pinkwater può essere miscelato con acqua dolce o salmastra senza perdita di efficacia.

Ho bisogno di attrezzature speciali quando lavoro con Pinkwater?

In generale, non è richiesta alcuna attrezzatura specializzata. Pinkwater può essere miscelato in serbatoi poli standard e applicato con attrezzature di lavaggio a pressione commerciali per la pulizia dei serbatoi, la soppressione dei vapori e le applicazioni di lavaggio superficiale. Per i progetti di bonifica in-situ, le attrezzature standard possono includere pompe peristaltiche e tubi flessibili da iniettare nei pozzi esistenti e pompe per vuoto / camion per l'estrazione.

Su progetti più grandi, i clienti possono progettare e installare attrezzature specializzate per soddisfare le esigenze specifiche di un determinato sito. E i clienti che trattano gli effluenti contaminati sul posto spesso usano attrezzature per scopi speciali, che possono includere separatori di acqua e olio, filtri e unità di aerazione. Per maggiori informazioni sul trattamento degli effluenti, si prega di richiedere una scheda informativa.

Di quanto Pinkwater ho bisogno per un progetto?

Ogni situazione ha esigenze diverse; In caso di domande sulla stima della quantità di Pinkwater richiesta, consultare la società BioSolve® o il proprio distributore. Tuttavia, ecco alcune linee guida per alcune applicazioni comuni:

  • Per il piano di bonifica in caso di utilizzo di circa il gallone 1 di concentrato di Pinkwater per ogni 10 in galloni 15 di carburante fuoriuscito o altri idrocarburi leggeri.
  • Per la riparazione in situ, pianificare l'uso di una soluzione di acqua di rose diluita sufficiente a riempire un volume dei pori nell'area di trattamento.
  • Per la pulizia di piccoli serbatoi, utilizzare un secchio 5-gallone per la pulizia finale e degassare un serbatoio del combustibile gallone 10,000. Se il serbatoio contiene un tacco significativo, sarà richiesto un ulteriore Pinkwater.
  • I requisiti di soppressione del vapore variano ampiamente, ma possono essere stimati in base al tempo (ore al giorno) di soppressione del vapore nel sito. L'uso può variare da 10 - 50 galloni di concentrato per giornata intera di scavo.
Quali sono le chiavi per usare Pinkwater in modo efficace?

Ogni situazione richiede un piano personalizzato, ma alcune delle chiavi importanti per il successo sono:

  • Per la pulizia delle fuoriuscite di superficie, l'agitazione aggressiva è fondamentale per emulsionare completamente gli idrocarburi e ridurre i vapori infiammabili.
  • Per la bonifica del terreno in situ, è necessario il contatto del sottosuolo tra la soluzione di Pinkwater e il terreno contaminato per garantire la solubilizzazione e la mobilizzazione degli idrocarburi.
  • Per la soppressione dei vapori pericolosi o il controllo degli odori organici, applicare la soluzione di Pinkwater sul terreno appena esposto e tenere umido.
  • Per il biorisanamento, mantenere il terreno umido e ben miscelato.

Si prega di richiedere fogli informativi specifici per l'applicazione, disponibili presso la società BioSolve® o il proprio distributore.

È possibile utilizzare Pinkwater insieme agli ossidanti per la bonifica del suolo?

Pinkwater è molto efficace nel mobilitare e rimuovere la NAPL residua dal terreno. Tuttavia, nei siti che richiedono anche la rimozione della NAPL in fase dissolta, sarà richiesto un trattamento aggiuntivo. Uno di questi trattamenti è con ossidanti chimici.

L'approccio più comune riportato da molti clienti è quello di seguire un trattamento SEAR (Surfactant Enhanced Aquifer Remediation) con ossidanti per ottenere una riduzione mirata dei contaminanti. Più recentemente i clienti hanno riportato buoni risultati dall'iniezione simultanea di Pinkwater con un ossidante chimico a rilascio lento.

Lavorare con ossidanti chimici può essere pericoloso. Consultare sempre un professionista autorizzato prima di iniziare qualsiasi trattamento che coinvolge ossidanti chimici.

Cos'è un cosolvente e perché potrei volerne usare uno?

Quando usato come parte di un progetto di bonifica potenziato con tensioattivo in situ (come la SEAR), un cosolvente si riferisce tipicamente ad un alcol miscibile sia in acqua che in NAPL. Gli alcoli (come metanolo, etanolo o propanolo) contribuiranno ad aumentare la solubilità della NAPL in acqua e ad abbassare la tensione interfacciale NAPL-acqua. Questo può essere particolarmente importante quando si rimedia olio pesante o oli leggeri fortemente alterati che sono viziosi e quindi non facilmente solubilizzati da un sistema di tensioattivo da solo.

Lo sviluppo di un piano di bonifica efficace mediante i cosolventi richiede una notevole conoscenza ed esperienza. Consultare sempre un professionista autorizzato prima di utilizzare i cosolventi per la bonifica del suolo.

Posso recuperare gli idrocarburi dopo il trattamento con Pinkwater?

Pinkwater forma un'emulsione altamente stabile con idrocarburi (vedi "Come funziona BioSolve® Pinkwater Works"). Poiché Pinkwater funziona in modo così efficiente, questa emulsione riguarda gli idrocarburi 90%. Tuttavia, alcuni sistemi di trattamento degli effluenti potrebbero non essere in grado di accettare idrocarburi emulsionati. D'altra parte, per i progetti di grandi dimensioni, questa emulsione può essere economicamente valida e giustificare la raccolta e il ritrattamento.

Gli effluenti del risanamento del suolo, la pulizia dei serbatoi o la decontaminazione delle attrezzature possono essere raccolti e inviati a un separatore olio-acqua. A questo punto, l'acido citrico può essere miscelato con l'effluente per abbassare il pH, che "spezzerà" l'emulsione e libererà il prodotto libero. In generale, circa 15 - 20 libbre di acido citrico per 1000 di galloni di effluente saranno sufficienti a rompere l'emulsione.

Il prodotto gratuito può quindi essere raccolto per il ritrattamento o lo smaltimento. La fase acquosa rimanente contiene ancora una piccola concentrazione di idrocarburi in fase disciolta e richiede un trattamento prima di essere scaricata.

Posso usare Pinkwater in condizioni di gelo?

Pinkwater è un prodotto a base d'acqua e deve essere protetto dal congelamento. Il concentrato di Pinkwater si congela a -2oC (28oF). Una volta congelato, Pinkwater può essere scongelato senza danneggiare le prestazioni. Tuttavia, se congelato, controllare l'integrità della confezione prima di scongelarla per l'uso. Se il prodotto si separa dopo lo scongelamento, mescolare delicatamente per remixare.

La soluzione di acqua di rose diluita è superiore all'acqua 90% e avrà una temperatura di congelamento più elevata. Ad esempio, una soluzione 5% Pinkwater si bloccherà appena sotto 0oC (32oF).

Una soluzione migliore potrebbe essere quella di mantenere Pinkwater al di sopra delle temperature di congelamento durante la notte e miscelare solo ciò che può essere utilizzato in un paio d'ore durante il giorno.

Cosa succede se ho lasciato Pinkwater alla fine di un progetto?

Il concentrato Pinkwater inutilizzato, conservato nel suo contenitore originale, può essere risigillato e conservato per uso futuro. L'esperienza del cliente ha dimostrato che Pinkwater conservata in questo modo durerà almeno un anno (e comunemente molto più a lungo). Il concentrato di Pinkwater non aperto ha una shelf life minima di 10.

La soluzione di acqua di rose diluita non utilizzata deve essere smaltita correttamente.

Gestione degli effluenti & l'ambiente

Va bene lavare l'effluente con Pinkwater in una fognatura o in un tombino?

È sempre preferibile recuperare fisicamente quanto più effluente quanto più pratico e trasportarlo in un impianto di trattamento autorizzato per lo smaltimento. Nei casi in cui i contaminanti trattati con Pinkwater non possono essere completamente recuperati, l'effluente può essere scaricato in una fogna senza impatto negativo sugli impianti di trattamento dell'acqua.

Test indipendenti indicano che Pinkwater non ha alcun impatto negativo sulle operazioni negli impianti di trattamento delle acque reflue. I test hanno rilevato che i batteri aerobici e la conta delle spore erano uguali o superiori dopo l'esposizione a un 6% e una soluzione 15% di Pinkwater per 48 ore.

Se si scarica l'effluente di Pinkwater in uno scarico temporaneo, diluire a meno di 0.5% per evitare qualsiasi impatto negativo sulla fauna selvatica a valle.

In ogni caso, prima di procedere, confermare lo scarico a POTW o alla rete fognaria con i regolatori locali.

Che impatto ha Pinkwater sulla fauna selvatica acquatica?

I test di tossicità hanno stabilito che una soluzione 5% di Pinkwater ha una "bassa" tossicità acquatica. Il LC50 è circa 70 ppm per i gamberetti mysid e su 125 ppm per i silversides. Alte concentrazioni di Pinkwater possono interferire con la respirazione dei pesci. Per evitare questo impatto ambientale, assicurarsi sempre che Pinkwater sia diluito a meno del 0.5% quando applicato o scaricato nell'habitat acquatico.

Come precauzione generale, è sempre preferibile contenere gli effluenti per il trattamento presso una struttura autorizzata. Tuttavia, in situazioni in cui l'effluente può essere scaricato in un ambiente marino (soggetto a normative locali) o tale scarico è inevitabile (a causa di una fuoriuscita accidentale), è importante diluire in modo aggressivo qualsiasi soluzione che viene scaricata.

Quali elenchi normativi ha Pinkwater?

BioSolve® Pinkwater è stato elencato sotto il programma di piano nazionale di contingenza dell'EPA come agente di lavaggio superficiale

1 Pinkwater e Activator non sono elencati come agenti di biorisanamento nel piano di emergenza nazionale EPA e pertanto non devono essere utilizzati per scopi di biorisanamento in acque navigabili all'interno degli Stati Uniti.

2 BioSolve® Pinkwater si trova nel programma dei prodotti NCP della US Environmental Protection Agency. Questo elenco NON significa che l'EPA approva, raccomanda, concede licenze, certifica o autorizza l'uso di BioSolve® Pinkwater su uno scarico di olio. Questo elenco indica solo che i dati sono stati inviati all'EPA come richiesto dalla Sottoparte J del Piano nazionale per l'emergenza, 40 Sezione CFR 300.915.